Cosa fare in Friuli-Venezia Giulia

Cose da fare in Friuli

Cosa fare in Friuli: 8 esperienze da vivere da soli o in compagnia.

La città fortezza di Palmanova.

Una cittadina magnetica e affascinante, soprattutto per la sua forma a stella con nove punte perfettamente simmetriche e per la grande piazza centrale che la rende unica. Un gioco: provate ad entrare da una delle tre porte monumentali e senza accorgervene arriverete senza perdervi direttamente in piazza! Nel luglio 2017 Palmanova è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Aquileia, affascinante città romana.

È una delle zone archeologiche di più grande vanto e interesse, tanto da essere stata nominata dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Se siete appassionati dell’Antico Impero Romano questo è il posto giusto per fare una passeggiata indietro nel tempo, amerete i tanti musei che custodiscono centinaia di reperti d’epoca.

Cividale del Friuli, la città medievale.

Anche qui potete immergervi all’interno di un Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, essendo la cittadina un insediamento longobardo d’eccellenza.
Scoprirete veri gioielli architettonici come il Monastero di S. Maria in Valle, il Tempietto Longobardo, il Museo Cristiano e quello Archeologico e il Centro Podrecca Signorelli.

Venzone, il borgo dei borghi del 2017.

Un delizioso borgo medievale andato completamente distrutto dal terremoto nel 1976 ma è che stato ricostruito esattamente com’era nel 1300, ovvero una cittadina fortificata. Proprio per questa ricostruzione straordinaria è stato nominato Monumento nazionale. Nel 2017, invece, la trasmissione di Rai Tre, “Alle falde del Kilimangiaro”, l’ha eletto “Borgo dei borghi”. Il momento giusto per visitarlo è alla fine di ottobre, quando viene celebrata la Festa della Zucca.

Collio, la strada del vino.

Se dovessimo fare un paragone potremmo dire che il Collio sta ai vini bianchi come il Chianti sta ai rossi. Nel cuore della provincia di Gorizia il Collio è terra rinomata per la produzione vitivinicola, in particolare di pregiati bianchi conosciuti in tutto il mondo. Vi consigliamo di visitare queste zone noleggiando una Vespa, è il mezzo ideale per scorrazzare tra i vigneti e fermarsi con facilità per degustare l’ottimo “nettare degli dei”.

Grado e Lignano.

Sono le spiagge più famose e gettonate del Friuli-Venezia Giulia e le più gradite dai turisti del centro Europa, in particolare Germania e Austria. Molto attrezzate e ben servite sono il luogo ideale per trascorrere una giornata in totale relax e per prendere la tintarella. Grazie alle lunghe spiagge di sabbia e all’acqua che non diventa mai profonda sono perfette soprattutto per le famiglie con bambini.
Info turismo Grado.

San Daniele del Friuli Città del Prosciutto.

Qui il sapore ed il gusto sono di casa. Conosciuta in tutto il mondo per il suo prosciutto crudo, San Daniele è la meta giusta per i buongustai che qui potranno scoprire anche la sapiente ricetta della trota affumicata.
Il periodo giusto per visitarla è fine giugno quando su tutto il territorio vengono organizzate sagre e festicciole a base di prosciutto!

I laghi di Barcis e di Fusine.

Siamo sicuri che non avete mai visto un lago con il color dello smeraldo vivo come quello del lago di Barcis.
Siamo nella provincia di Pordenone e a pochi passi da questo affascinante lago artificiale, dove è possibile praticare moltissimi sport d’acqua, si trova anche la Riserva naturale Forra del Cellina e la Foresta del Prescudin, adatte per rilassanti passeggiate.
Se vi piacciono i laghi a pochi minuti di distanza da Barcis ci sono i laghi di Fusine, di origine glaciale. Questi sono collegati tra loro da sentieri molto semplici che si snodano all’interno di un boschetto. Sopra di voi ammirerete le montagne del Gruppo del monte Mangart e se non vi accontentate di semplici passeggiate potrete intraprendere dei sentieri più complicati, ma sempre comodi, che vi porteranno fino al rifugio Zacchi.